Da grande sarò Zendaya Coleman

Da grande sarò Zendaya Coleman

IMG_0891

Okay, devo ammettere che a ‘sto giro è davvero difficile scrivere un articolo ponderato, senza sfociare nel #fangirling che nemmeno una bilieber in piena pubertà potrebbe superarmi.

Da dove cominciare? Vogliamo parlare del fatto che all’ultimo MET gala, Zendaya si sia presentata con un outfit ispirato a Giovanna D’Arco? Vogliamo parlare del fatto che esista una Barbie uguale a lei? O del fatto che sia solita trasformare le sue feste di compleanno in raccolte fondi? ( In occasione del suo diciottesimo, ad esempio, l’obiettivo era raccogliere il necessario per sfamare almeno 150 bambini di Haiti, Tanzania e Filippine).
Oppure potremmo parlare, più semplicemente, di quanto sia probabilmente il miglior modello da seguire per qualsiasi ragazza o giovane donna di questo secolo.

Zendaya, innanzitutto, nonostante la sua visibilità e le sue iconiche sfilate sul red carpet è rimasta “con i piedi per terra”. La fama è entrata nella sua vita quando non era che una pre adolescente, eppure Zendaya non si è montata la testa e dimostra in continuazione di essere “una ragazza normale”. Postando foto senza make-up sui social ad esempio, o ironizzando sulla sua Camminata  poco aggraziata al The Tonight Show, aiuta le adolescenti di tutto il mondo ad approcciarsi con criticità al concetto di “perfezione”, ricordando che nella maggior parte dei casi, quello che ci viene “venduto” come tale, non corrisponde necessariamente alla realtà.

Questo stesso messaggio è stato sicuramente ribadito da Zendaya nel 2015, quando la rivista Modeliste pubblicò una sua foto visibilmente photoshoppata. La risposta arrivò prontamente dalla pagina Instagram di Zendaya dove, sotto a un post che accostava le due foto prima e dopo le modifiche, si leggeva “Sono uscite le foto di un nuovo shooting oggi e sono rimasta piuttosto scioccata nel vedere il mio corpo di diciannovenne così distorto. Queste sono le cose che rendono le donne insicure, che creano ideali di bellezza inverosimili…”.

E quella non fu l’unica occasione in cui Zendaya dovette difendere la sua integrità. Probabilmente ricordiamo tutt* l’imbarazzante commento di Giuliana Rancic sull’hairstyle che completava l’outfit di Zendaya in occasione degli Oscar del 2015. Al bellissimo abito bianco, la nostra eroina aveva abbinato dei dreadlocks (quelli che noi in Italia chiamiamo “rasta”), scelta che Giuliana Rancic evidentemente non apprezzò, affermando che le ciocche sembravano puzzare di patchouli e marijuana. Anche in quel caso Zendaya dimostrò di avere carattere, oltre che a una grande cultura e a una buona dose di rispetto per se stessa, definendo il commento della Rancic, rivolto a una Zendaya all’ora 18enne, non solo un mero stereotipo, ma anche un’osservazione decisamente offensiva.

Questa paladina, però, non protegge solo se stessa dalle accuse del web: è infatti sempre pronta a sostenere le altre donne, rompendo lo stereotipo che ci vuole in costante competizione. Per fare un esempio, è stata iconica la sua risposta al discutibilissimo post di una pagina sessista e apertamente misogina, che aveva condiviso su Twitter le foto con e senza make-up di Shannon, una Youtuber americana, con i commenti che potete ben immaginare. Zendaya rispose scrivendo “Quel momento imbarazzante in cui questo tweet non ha senso perché Shannon spacca in entrambe le foto.” Il tutto accompagnato dell’hashtag #wannaborrowmyglasses, ovvero “vuoi che ti presto gli occhiali?”.

Insomma: filantropa, businesswoman, Femminista (per davvero), paladina del bodypositive e sempre pronta a sfruttare la sua visibilità per parlare dei diritti degli afroamericani . Non posso che augurarmi di essere come Zendaya. Quando sarò grande, ovviamente.

Il Capybara Femminista 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s