Guida al corpo femminile: i gusti del patriarcato

Guida al corpo femminile: i gusti del patriarcato

IMG_0738Questo articolo è dedicato a chi pensa che le donne abbiano raggiunto la parità dei sessi con il diritto di voto. È dedicato a chi vuole farci credere che sia normale, per noi donne, arrivare a dedicare alla “cura” del nostro aspetto esteriore intere ore al giorno. È dedicato a chi pensa che una donna sia effettivamente libera di scegliere per se stessa, non capendo quanto il nostro stile di vita sia condizionato da un mulinello di privazioni e doveri che finiscono per farci sentire un pezzo di carne o, nel migliore dei casi, felici di esserlo.

Ecco una breve guida al corpo femminile che dimostra come quasi ogni parte di noi sia costantemente vittima del logorante giudizio altrui o del viscido richiamo del patriarcato.

Il sorriso.
Alzino la mano le donne a cui non è mai stato richiesto esplicitamente di sorridere. Magari fuori contesto; magari mentre si andava al lavoro o a scuola, di fretta, correndo per non perdere l’autobus; magari da un uomo in giacca e cravatta, magari da uno un po’ più trasandato: non importa quale fosse la sua età o la sua nazionalità, voleva il tuo sorriso. Qualcosa di tanto naturale e involontario è diventato strumento quotidiano di sessismo e discriminazione, perché non saprei come altro definire questa gagliarda abitudine di chiedere a una donna di sorridere affinché soddisfi il tuo piacere, quello di uno sconosciuto.
Oltre a ciò, chiediamoci perché non sentiremo mai una ragazza apostrofare un uomo allo stesso modo. Non è semplicemente un gioco di potere, ma anche un avvilente emanazione dei ruoli di genere: agli uomini è permesso essere arrabbiati, stanchi, concentrati. A noi donne no: giulive, cordiali, spensierate (perché a cosa potrebbe mai pensare una donna, dopotutto?), dobbiamo essere belle da guardare in ogni occasione, luminose nonostante la nostra personale discrezione.

Il seno.
Il seno mi ricorda tanto il barbiere di Siviglia. “Tutti lo vogliono, tutti lo cercano”. O perlomeno così è finché rimane ipersessualizzato o finché sottostà al controllo maschile. Eh si, perché far vedere il seno va benissimo finché sono le telecamere di uno show televisivo ad inquadrarlo. Non ci stupiamo mentre le macchine da presa indugiano sul décolleté delle vallette in TV tra un gioco a premi e l’altro. Non arricciamo il naso nemmeno quando il seno Femminile viene utilizzato per vendere prodotti: automobili, gelati, bagnoschiuma…qualsiasi cosa risulta più convincente se pubblicizzata con un bel paio di seni. Il problema si pone se però è una ragazza qualsiasi a decidere di esporre il suo. Come le è venuto in mente di mettere quell’abito così scollato? Alla sua età poi…! Questi giovani d’oggi, con questi modelli di comportamento deviati…tutta colpa dell’internet, signora mia!
Non parliamo poi di allattamento e maternità…se il seno non può essere oggetto di desiderio, allora va nascosto, punto.

Le gambe.
Tra cellulite (da curare! Come una malattia, nonostante i suoi sintomi nella maggior parte dei casi non compromettano in alcun modo la salute) e depilazione ( tutta “colpa” delle donne che negli anni ’50 non potevano permettersi i collant di seta) non saprei nemmeno da dove cominciare. Anche se, con le gambe non è nemmeno tanto una questione di aspetto. Che siano più o meno sode o più o meno depilate, l’importante è che tu le copra. Sì, perché minigonna vuol dire “troia” e “troia” vuol dire cercare costantemente l’attenzione maschile. Se vieni molestata la domanda vien da sè: “Come eri vestita? Ah avevi la minigonna…”. E allora te la sei cercata. Sì perché dovresti saperlo che l’uomo è animale, è cacciatore e se tu ti vesti da preda…beh, cosa ti aspettavi? Ti aspettavi forse che la tua libertà potesse valere più di quella di un uomo arrapato?

Il sedere.
Un bel sedere è sempre piaciuto, ma negli ultimi tempi è diventata un’ossessione. La cosa ironica è che mai parte del corpo femminile fu tanto soggetta al marketing e alle mode. Tondo e carnoso negli anni ’50, piccolo e sodo negli anni ’80, a mandolino nello scorso decennio. Ora il booty è alla Kim Kardashian. Avere il sedere grande (accoppiato ad un improbabile giro vita da barbie) è la nuova priorità di ogni donna, per lo meno qui in occidente. Il big booty è il nuovo thigh gap. Ve la ricordate? Quella malsana fissazione per lo spazio tra le cosce? No? Beh, strano, perché quasi sicuramente avete passato parecchio tempo davanti allo specchio rammaricandovi di non averne uno…ma ora il vostro feed di Instagram parla chiaro: il nuovo ideal body è un altro! E quindi ecco che tutte le riviste femminili si improvvisano personal trainer consigliando squat, sumo squat e squat jump, mentre in rete girano consigli per diete miracolose in grado di farvi mettere su chili…sì, ma solo sul booty! La prossima stagione tireranno di nuovo i dadi e cosa uscirà? Per l’approvazione di chi scenderemo a patti con i nostri desideri? Per quale ideale di bellezza sacrificheremo tempo e salute mentale?

Riusciremo mai ad aprire gli occhi e a cogliere la triste ironia di questi giochi? Questi giochi di potere, di genere, di business che ci trasformano in pedine e che ci spostano sul tavoliere della vita lontano dai veri obiettivi e dai nostri successi. Che ci tolgono la libertà di autodeterminarci, di piacerci, di non piacere a tutti. Ci tolgono la sacrosanta libertà di fregarcene.

Il Capybara Femminista 

 

Advertisements

6 thoughts on “Guida al corpo femminile: i gusti del patriarcato

  1. una donna è liberissima di scegliere per se stessa nell’estetica e nel look come lo è un uomo. Una donna che si depila non asseconda i gusti del patriarcato ma i suoi ed è libera come chi non lo fa e anche gli uomini si depilano. Curarsi esteticamente è una libera decisione! Metterlo in dubbio vuol dire non rispettare le scelte delle donne e anche degli uomini perchè anche gli uomini chi più chi meno si curano esteticamente per se stessi e per il prossimo ed è una libera scelta come è libera la scelta delle donne. Una donna molto curata è libera, autentica come una meno curata, stesso discorso per gli uomini. Si può curare molto l’aspetto estetico e anche la propria intelligenza in ogni caso sono libere scelte. Quanto a seno, sedere, gambe: una donna ha tutto il diritto di mostrarli se vuole così come ce l’ha un uomo e gli uomini e le donne hanno il diritto di guardare quei corpi e trovarli attraenti o meno attraenti (ma sempre con rispetto). Una donna che mostra il suo corpo è nel suo pieno diritto, un uomo o una donna che guarda quel corpo è prova attrazione, eccitazione è nel suo pieno diritto ma deve sempre avere rispetto. Non deve insultare chi vuole mostrare il corpo, il seno, le gambe perchè questa persona è nel suo pieno diritto. e senza avallare assurdità come lo spazio fra le cosce che non vuol dire nulla: esistono corpi femminili più fisicamente belli e attraenti di altri ed esistono corpi maschili fisicamente più belli e più attraenti di altri: la bellezza fisica non è uno stereotipo patriarcale, esiste vale per uomini e donne ed è importante per entrambi, giustamente un uomo formosetto armonioso è più bello e attraente di uno obeso; un uomo scheletrico è più brutto di uno snello sano; stesso discorso per le donne:una donna formosa armoniosa è più bella e più attraente di una obesa, una donna snella è più bella e più attraente di una scheletrica, michael fassbender e zac efron sono più belli di danny de vito, valentina vignali e margot robbie sono più belle di anna mazzamauro e kathy bates; non è stereotipo, non è gusto patriarcale è realtà e i corpi belli fisicamente non sono impossibili, esistono donne e uomini che ce li hanno, hanno vinto la lotteria genetica, possono fare esercizi fisici o non farli ma è una loro scelta e vale per uomini e donne. Anche i brutti e le brutte possono attrarre qualcuno (infatti mica sono tutti single), piacersi ma chi ha un bel fisico formoso armonioso non obeso o snello sano non scheletrico attrae di più, accettiamolo serenamente e tutti hanno diritto di andare al mare e non subire offese su questo non ci piove ma non tutti possono pretendere di essere fisicamente belli e attraenti c’è chi lo è un po’ più degli altri e non è un disonore, è la realtà. e per rispettare qualcuno non occorre trovarlo fisicamente attraente, dobbiamo solo accettare chi è più belloccio di un altro avrà un po’ più di fortuna in media nella vita sessuale e sentimentale, se la persona che ci piace non trova bello e attraente io nostro fisico dobbiamo accettarlo, ha diritto ai suoi gusti come noi abbiamo i nostri e non c’è nulla di patriarcale nei nostri gusti. sono a favore del diritto all’ allattamento al pubblico come sono a favore del topless libero in spiaggia e anche del seno erotico. Il corpo maschile e femminile possiede anche un certo sex appeal (alcuni corpi più di altri va accettato), il seno femminile e i pettorali maschili hanno anche una valenza sexy, erotica che è meravigliosa, è libertà ma è la padrona o il padrone del corpo stesso che decide se, come quando e con chi esercitare la valenza sessuale erotica del suo corpo (seni o pettorali inclusi) ed è giusto così perchè il sex appeal è cosa umana come lo è l’allattamento

    Like

    1. Ero d’accordo con te su “la bellezza fisica non è uno stereotipo patriarcale, esiste vale per uomini e donne ed è importante per entrambi, giustamente un uomo formosetto armonioso è più bello e attraente di uno obeso; un uomo scheletrico è più brutto di uno snello sano; stesso discorso per le donne:una donna formosa armoniosa è più bella e più attraente di una obesa, una donna snella è più bella e più attraente di una scheletrica” ma poi mi sei caduta al punto dopo:”… michael fassbender e zac efron sono più belli di danny de vito, valentina vignali e margot robbie sono più belle di anna mazzamauro e kathy bates” E se invece per tanti fossero più belli De Vito e Bates? Qui si va troppo sul soggettivo, e non puoi dire che per tutti sia la stessa cosa. Anzi, proprio perché hai detto che la Bates fosse meno bella della altre citate che trovo più una imposizione che un far capire che la bellezza sia soggettiva. Ci son uomini che invece trovano più sexy quelle che tu reputi “brutte”.
      Come anche “i corpi belli fisicamente non sono impossibili, esistono donne e uomini che ce li hanno, hanno vinto la lotteria genetica” non hanno “vinto” proprio un bel niente, semplicemente sembrano belli esteticamente a tanti, magari invece dentro son dei mostri. Detta così sembra una gara, ed allora quel che pezzo dove dici “Anche i brutti e le brutte possono attrarre qualcuno (infatti mica sono tutti single)” perché già qui stai offendendo: “accettiamolo serenamente e tutti hanno diritto di andare al mare e non subire offese su questo non ci piove”. I gusti son gusti come dici no? Ed allora non puoi dire che per tutti sia una regola, che i cosiddetti “belli” siano vincitori in una gara basata appunto su stereotipi che ci vogliono tutti perfetti. Questo va contro lo stesso post. Non solo non ha senso dire “brutti” perché trattasi di solo tuo giudizio, ma anche per il fatto che quella che critichi tu è questione di salute e sopravvivenza, non gusto estetico. Puoi dire che un obeso o anoressico sia poco salutare e che faccia pena proprio perché dispiace la sua condizione, ma in questo caso la bellezza c’entra poco, anche perché son dell’idea che la perfezione non esiste, e la bellezza si trova anche dentro una persona (anche chi soffre appunto). Molti son malati di queste piaghe alimentari anche per colpa della gente che dice loro di essere brutti solo perché non simili a quelli considerati “vincitori” solo perché magari (a gusti tuoi) hanno quel mix vincente quasi armonico estetico. Ma sai che si tratta solo di geni? Conosci il detto “la bellezza è negli occhi di chi guarda?”. Magari per te questi citati son brutti, per altri NO. Ho visto sul web ragazzi che a Margot Robbie non piaceva per niente, o non diceva “niente” di che. Ho conosciuto ragazzi che ammettevano di preferire donne parecchio in carne che magre. Il post dice di fregarsene dell’aspetto esteriore, mentre tu stai mostrando proprio il contrario. Per te forse le cose vanno così, per me ed altri miei amici invece no, vediamo la cosa in modo diverso.

      Like

      1. ma chi ha parlato di “perfezione”? Se Zac Efron avesse una voglia sul viso sarebbe comunque bello, una donna con un bel fisico (che non è solo snello, può essere anche formoso armonioso, non scheletrico e non obeso e vale pure per gli uomini anche tralasciando la questione salute che pure conta), io dico che in linea di massima ci sono uomini e donne non “perfetti” ma semplicemente più belli fisicamente (non sto parlando di come sono “dentro”) e più attraenti di altri, questo è un fatto. Ciò non toglie che anche i brutti possano attrarre qualcuno,certo che sì ma chi ha un bel corpo attrae un po’ di più e vale per uomini e donne. C’è qualcuno per il quale Kathy Bates è più bella della Bellucci o danny de vito è più bello di fassbender e va bene ma resta il fatto che bellucci e fassbender, gal gdot e zac efron, laura brioschi e matt barr e sono più belli fisicamente e più attraenti per la maggioranza delle persone, non c’è nulla di male (tutti abbiamo preferenze fisiche anche chi trova attraenti le persone non belle fisicamente) e per rispettare qualcuno on occorre trovarlo attraente e bello. Poi per conto mio per innamorarmi di qualcuno ho bisogno di essere attratto dal suo fisico come dalla sua mente e credo che per molti/e sia così

        Liked by 1 person

      2. Hai detto tu “hanno vinto la lotteria genetica”… Poi che piacciano a tanti non significa nulla, potrebbe andar di moda un’altra cosa stupida ed ecco tanta gente farla. E ancora non è “…anche chi trova attraenti le persone non belle fisicamente” ma semmai “…anche chi trova attraenti le persone non considerate belle secondo la società/mode” oppure meglio ancora “Tu tti abbiamo preferenze fisiche, a me piace bates a te Robbie -esempio a caso-“. Tu stai parlando dei tuoi gusti e di quello che va in alcune città o mode. Che ci si innamori anche del fisico quello è ovvio, ma non è detto che sia come dici te. Se tu andassi a vederti cosa richiedono fisicamente “per i più” in ogni stato, impazziresti perché per ogni cultura la donna fisicamente più bella è diversa da ogni altra. Esempio, noi in Italia vogliamo la donna magra, negli USA pare invece preferiscano la donna parecchio formosa, così come in Giappone voglion la donna minuta e bambolina. Se la mettiamo su questo piano allora nemmeno lì funzionano così le cose, perché pure qui i gusti cambiano e non di poco.

        Like

      3. Altra cosa ancora, per esempio a me Zac e gli altri detti non mi piacciono e non mi son mai piaciuti, idem a tantissime altre ragazze che ho conosciuto, che invece troviamo sexy ragazzi totalmente di aspetti e caratteri diversi. Non esiste allora, un “più bello”, ma un “per alcuni è così, per altre è cosà”. Se la bellezza è soggettiva non esiste una sorta di numero uno per tutti o gran parte.

        Like

  2. X The Flawn

    tu e le tue amiche avete il diritto di avere i gusti che avete se vi piace il fisico di massimo boldi ok, ci mancherebbe ma la maggioranza delle donne etero che trova più attrawjte zac efron non segue una “moda”, ha gusti genuini come i vostri, se io trovo monica bellucci un po’ più bella di katy bates non seguo una moda. I gusti hanno una componente soggettiva, la bellezza fisica ha dei criteri oggettivi, un corpi formoso armonioso non obeso o snello non scheletrico è bello e vale non solo per le donne ma anche per gli uomini (non mi pare che uomini obesi siano mai stati considerati belli fisicamente forse solo nei paesi dove si muore di fame quindi non è auspicabile) e va accettato, non è offensivo e non è moda nè impedisce di avere gusti diversi da quelli statisticamente più frequenti

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s