Spiaggia: Una guida per veri uomini

Spiaggia: Una guida per veri uomini

Non è la prima volta che mi metto a parlare di uomini e di come io, in quanto femminista, faccia del bene anche a loro, ma oggi voglio farlo da un altro punto di vista.

Sono finalmente al mare e questo per me significa indossare un costume per la prima volta dopo un anno (difficile), rimanere quasi completamente scoperta per una giornata intera (difficilissimo) e, di conseguenza, confrontarmi col mio corpo costantemente (impossibile). Devo dire, però, che le campagne Body Positive mi stanno aiutando tantissimo a rendermi conto del fatto che non c’è niente di sbagliato in me, ma sono semplicemente diversa da uno standard e credo che questo valga per un sacco di ragazze e più sto su internet più questa cosa è confermata.

Bene così, finalmente le ragazze sono libere di fregarsene degli standard e rientrare in un canone di bellezza dettato solo dall’amore per se stesse, dalla loro felicità e dalla loro salute. Era necessario, perché sulle ragazze la pressione sul tema dell’aspetto fisico è a livelli insostenibili e lo è perché quell’aspetto fisico ha lo scopo di compiacere gli uomini e mandare avanti l’economia della moda e questo fa sì che da una parte le ragazze si dimentichino completamente di loro stesse e di tutti gli altri aspetti della loro vita, per eliminare quel senso di inadeguatezza che questo meccanismo causa, dall’altra, quando dimostrano interesse per il modo in cui appaiono, vengono sminuite e considerate superficiali.

Stiamo iniziando a spezzare questa catena e di questo sono contenta, ma mi sembra che in questo percorso ci si stia scordando di qualcuno.

Gli uomini.

Per gli uomini l’aspetto fisico è una questione diversa, la pressione esiste, ma funziona in un altro modo. Solo che, visto che la pressione sugli uomini segue altri meccanismi ed è meno diretta come tutte le altre conseguenze del patriarcato, si tende a non vederla e a trascurarla, ma c’è ed è una piaga da estirpare anche questa.

Un uomo deve dimostrare di essere un vero uomo, con i suoi muscoli scolpiti, col suo pene di dimensioni leggendarie, con la sua aura di perfezione, ma senza mai esagerare, perché ricordatevi che un vero uomo non deve tenere al proprio aspetto, guai a levarsi un pelo, vorrai mica sembrare f*ocio?!?

Sapete cosa ne penso? Penso che siano tutte st*onzate.

Le uniche cose che rendono un uomo un vero uomo sono l’appartenenza al genere umano e l’identità di genere maschile.

Quest’anno voglio vedere sulle spiagge un sacco di ragazzi magri e senza muscoli o che sfoggiano pance troppo piene di birra e cioccolato, gambe depilate e sopracciglia perfette. Le lampade no, che fanno male, abbronzatevi al mare!
Voglio che quel ragazzo a cui non entra più il costume dell’anno scorso se ne compri uno più bello e si senta felice di se stesso tanto quanto quello che è sceso in spiaggia dopo un anno di lavoro sui suoi pettorali e che quel ragazzo coi brufoli trovi il coraggio di provarci con la ragazza che gli piace tanto quanto il suo amico che ha già una barba perfetta lo ha trovato nel dichiararsi al ragazzo che ha conosciuto in vacanza.

Voglio che persone di tutti i generi e di tutte le età si sentano libere di godersi l’estate con il proprio corpo, consapevoli che amarlo è l’unica cosa che conta.

La Mucca Intellettuale

P.S. Se siete curios* di conoscere attivisti per il Body Positive maschile, potete cercare qui

http://instagram.com/guyoverboard
http://instagram.com/zachmiko
http://instagram.com/abearnamedtroy

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s