Qual è il meglio di un uomo?

Qual è il meglio di un uomo?

IMG_7258Parliamo un po’ di pubblicità, vi va?

Trovo molto interessanti le pubblicità, perché penso che ci diano un’idea della direzione che sta prendendo la società, perciò, ogni volta che ne vedo una, in qualsiasi forma sia, inizio a riflettere.

In particolare, inizio a farmi delle domande.

Voi lo sapevate che i capelli di un uomo affrontano migliaia di sfide durante la giornata? Lo sapevate che potete renderli forti e resistenti come la vostra pelle, perché i veri uomini del XXI secolo non hanno mai la pelle irritata? Lo sapevate che siamo la generazione più fortunata al mondo perché viviamo nell’epoca dei rasoi progettati per il corpo maschile?
Neanch’io.

E lo sapevate che la vita di una donna va completamente in stand by tra una ceretta e l’altra? Sapevate che da maggio a ottobre non potete fare nulla se non vi depilate? Certo, a meno che non siate super mamme in grado di combattere i batteri, a quel punto, forse, possiamo concedervi di fare una lavatrice, ma, per favore, copritevi perché con quei peli non vi si può guardare. Poi se siete brave possiamo anche concedervi di fermarvi un momento a leggere una rivista, di quelle da donna, che si riconoscono perché sono rosa e ti insegnano come farlo impazzire a letto, come superare la prova costume (leggi: perdere quanto più peso possibile perché più sembri bidimensionale meglio è) e magari riuscirete anche a trovare un po’ di conforto in quest’epoca buia di mariti (leggi: bancomat) che non si trovano.

Alla luce di questo, da che parte vi sembra che stia andando la società?

A me sembra che stanno emergendo senza pudore due grandissimi problemi.

Da una parte, un consumismo esagerato ed esasperato, nel quale i bisogni vengono creati per vendere le soluzioni: così un uomo correrà ai ripari con un nuovo rasoio per depilarsi, cosa che fino a qualche decennio fa non avrebbe mai immaginato (ora sapete come ci si sente a percepire queste st*onzate come un obbligo?) e una donna non si permette di uscire di casa se non ha scoperto ogni minima “imperfezione”, dove con imperfezione si intende tutto ciò che non rientra dentro canoni decisi da altri e imposti dall’alto; dall’altra, l’utilizzo smodato di ruoli e stereotipi di genere che rinforzano questi bisogni creati dal nulla e rendono tossica la nostra relazione con la nostra identità di genere, con noi stessi, con gli altri, col nostro sesso e con quello opposto.

E tutto questo mi fa riflettere in maniera più ampia sull’impatto che ha sulle nostre vite.
Non vi sembra che tutte queste preoccupazioni futili, ponendosi al centro della nostra attenzione, ci distolgano da problemi più reali e concreti?
Non fraintendetemi non voglio sembrare complottista o adottare un atteggiamento “benaltrista”, perché è semplicemente stupido, però a me pare che questo continuo concentrarci su problematiche fittizie tolga spazio a ciò che ha realmente importanza, facendoci tornare sempre più indietro anziché farci crescere come società.

Ora, prima che dopo tutto questo sfogo qualcuno di voi pensi che io voglia tentare di sovvertire il sistema capitalista direttamente dal mio iPhone, preciso che non sto facendo una critica al “sistema” o alla pubblicità in generale, ma su un determinato tipo di pubblicità che punta a una regressione anziché al progresso, perché, per quanto non sia un dovere, la pubblicità ha un potere enorme e non sono più disposta ad accettare di vederlo usato nel modo sbagliato. Esiste la possibilità di essere costruttivi con la pubblicità, perché non impegnarsi in questo senso?

E vi dirò di più, gli esempi esistono già.

La Durex fa sensibilizzazione sulla prevenzione e sulla contraccezione invitando ad avere rapporti sessuali protetti e dando informazioni sulla sicurezza nella sessualità, oppure pensate ai Tampax che sono pubblicizzati puntando sulle peculiarità di ogni ragazza al di là dell’aspetto fisico, sulla loro forza e sulle loro capacità uniche.

Perché non estendere queste modalità a tutti i prodotti, evitando di farci regredire e concentrare solo su problematiche “da primo mondo”, portandoci a dimenticare come possiamo migliorarci davvero e rendendo il consumo non più esagerato, ma consapevole e quindi magari anche accessibile a più persone?

Davvero il degrado vende di più?

La Mucca Intellettuale

Advertisements

2 thoughts on “Qual è il meglio di un uomo?

  1. io mi rado e il rasoio che non irrita la pelle mi è utile e sono un uomo non libero, un uomo che vuole tenersi in forma e anche depilarsi per estetica è uomo libero e non è schiavo di nessun canone. Una donna che si depila per estetica è donna libera, non obbedisce a nessuna imposizione, non obbedisce a nessun obbligo è libera. depilarsi, radersi, tenersi in forma sono libere scelte fatte da uomini e donne che non impediscono di sviluppare il cervello e leggere e interessarsi dei problemi del mondo. I corpi maschili e femminili belli, snelli o formosi ma non obesi nè ossuti non sono imposti, sono più belli. non è questione di canoni imposti, tutti vanno rispettati ma senza negare che esistono uomini belli e uomini meno belli, donne belle e donne meno belle. Un corpo maschile o femminile slanciato, armonioso, formoso non obeso o snello sano è bello, accettiamolo e c’è chi ha corpi bellocci per natura. Vuoi forse vietare di fare la pubblicità ai rasoi, alle creme depilatorie, e a tutto ciò che tu ritieni frivolo? Io mi rado e il rasoio per me è utile, per chi si depila queste pubblicità sono utili, e chi si depila anche solo per estetica non è uno schiavo/a, è persona libera quanto te. se tu non vuoi fare ginnastica non la fare ma non puoi vietare di pubblicizzare attrezzi ginnici solo perchè a te non servono, c’è gente che vuole allenarsi, che vuole modellare il corpo ed è gente libera, consapevole e intelligente quanto te anche se a te sembra frivola, per me la depilazione non è frivola, è importante quanto leggere un libro di Saramago. E ci sono anche riviste che ti dicono come fare impazzire lei a letto, non solo come far impazzire lei, sti consigli on servono a nulla ed è l’unica cosa su cui concordo.

    Like

  2. e gli spot durex sono meritori ma possono co-esistere con quelli de rasoio per uomo e creme depilatorie (anche se per me uomini e donne possono usare gli stessi rasoi se vogliono), iotrovo legittimi entrambi gli spot

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s