Tucomingout #1 LGBT: A che punto è il mondo?

Tucomingout #1 LGBT: A che punto è il mondo?

IMG_6100In apertura di questa rubrica, è giusto iniziare dando un’idea delle ragioni che ci hanno spinte a decidere di aprirla.

Sì, è vero, femminismo intersezionale, si parla di tutto, ma non abbiamo ancora mai risposto a una domanda: perché è NECESSARIO parlare di certi argomenti?
Insomma, sapere che c’è chi dice “non ho niente contro i gay, solo lasciate stare le adozioni perché i bambini vanno protetti” non basta per avere consapevolezza di un problema, quindi ecco alcune informazioni che possono aiutarci a comprendere a che punto siamo arrivati con il riconoscimento dei diritti di base per quanto riguarda tutte le persone che non sono etero e/o non sono cisgender.

Partiamo da un focus sull’Italia.
Uno studio ISTAT pubblicato nel maggio 2012 ha mostrato che, sebbene le persone si dimostrino per la maggior parte contrarie a espressioni o condotte discriminatorie nei confronti di persone omosessuali o bisessuali, le testimonianze di chi ha subito tali discriminazioni presentano una realtà ben diversa. Infatti, se da una parte il 73% degli italiani condanna questo tipo di discriminazione, dall’altra la percentuale delle persone bisessuali e omosessuali che dichiara di averla subita supera il 50% se si prendono in considerazione diversi ambiti della vita quali la scuola, l’università, il lavoro, la ricerca di una casa, i rapporti con i vicini, l’accesso ai servizi sanitari e luoghi come locali, uffici pubblici e mezzi di trasporto.
Insomma, parliamo di una discriminazione che si manifesta quotidianamente e in ogni contesto.
Piccola nota da apprendista psicologa. Quello che mostrano questi dati è che, mentre il pregiudizio esplicito è stato in gran parte abbattuto, quello implicito è ancora molto presente. Ciò significa che è (quasi) impossibile che una persona dichiari apertamente il proprio odio nei confronti di una persona omosessuale, ma è molto facile che metta in atto un comportamento discriminatorio. Inoltre, la ricerca sul pregiudizio sessuale in Italia ha dimostrato che questo tipo di pregiudizio non è mai diminuito nel nostro Paese.
Direi che è una panoramica sufficientemente drammatica da farci allarmare e decidere di cambiare questa situazione.

Ma cosa succede nel frattempo nel resto del mondo?
Beh, qui credo che i fatti possano parlare meglio dei numeri.
Tutti ci ricordiamo la riforma di Obama sui matrimoni tra coppie dello stesso sesso, così come, purtroppo, abbiamo bene in mente la strage di Orlando, le più recenti deportazioni cecene e la battaglia per il riconoscimento dei diritti fondamentali che la comunità transgender ha iniziato con l’inizio dell’amministrazione Trump.

Ma questo tipo di problemi non si limitano a qualche brutto episodio e, fortunatamente, sono riconosciuti. Ad agosto dell’anno scorso, l’ex Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha esortato i Capi di Stato di tutti i Paesi membri a denunciare le condizioni di disparità in cui vivono le persone facenti parte della comunità lgbt e a impegnarsi per cambiare questa realtà; a questo proposito, l’ONU ha anche istituito un organo che si occupi di controllare la situazione dei vari Paesi rispetto al tema dei diritti civili di omosessuali, bisessuali e transgender.

Ovviamente, non è possibile dare un quadro completo della realtà di ogni Paese del mondo sia perché non ci vivo, sia perché non credo sia possibile per una persona sola conoscere il diritto e la legislatura di ogni Stato in merito a questi argomenti.
Spero che queste poche informazioni siano sufficienti per dare un’idea della situazione attuale del mondo e invito chiunque di voi sia più preparat* in merito a condividere la propria conoscenza con tutt* in modo da creare una rete di persone consapevoli, così da poterci impegnare tutt* concretamente per attuare un cambiamento reale.

La Mucca Intellettuale

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s