Da grande sarò Whoopi Goldberg

Da grande sarò Whoopi Goldberg

Whoopi GoldbergSenza dubbio si merita un posto in questa rubrica e in questa giornata: nell’ultima domenica del Black History Month, il Mese della Storia dei Neri, vi parlo di Whoopi Goldberg.

Elencare uno per uno tutti i premi che ha vinto sarebbe inutile e davvero troppo lungo, quindi vi basti tenere a mente che è stata parecchio ricompensata per il suo duro lavoro. Quello che mi interessa fare è cercare di capire in che modo Whoopi Goldberg ha fatto la storia.

Whoopi, come sapete, è un’attrice, una di quelle che ha sempre saputo che questa sarebbe stata la sua strada, perciò, da giovanissima, lascia la scuola e inizia il percorso verso il successo coltivando un talento eccezionale.
Anche se da questa descrizione sembra che sia stato tutto molto semplice, la realtà è stata decisamente più dura di così. Whoopi dovrà superare i problemi della tossicodipendenza, in cui cade quando è ancora una ragazza e affrontare le difficoltà economiche di una giovane aspirante attrice, ma tutto questo non riuscirà mai a fermarla, anzi, le darà la possibilità di essere un esempio di forza e di indipendenza.

Whoopi Goldberg è la prova del fatto che “volere è potere” non è solo un proverbio che le nonne dicono ai nipoti adolescenti troppo pigri: i suoi innumerevoli sforzi, infatti, vennero presto ripagati grazie all’incontro con Steven Spielberg. Sì, proprio Spielberg.
Quando è ancora alle prime armi e ha recitato “solo” qualche parte secondaria in alcuni musical a Broadway, il regista ha l’occasione di vederla esibirsi e di notare il suo singolare talento, perciò decide di farla debuttare ad Hollywood con Il Colore Viola.
Fil dalla sua prima comparsa sul grande schermo, Whoopi Goldberg fa letteralmente innamorare il pubblico e continuerà la sua carriera senza mai smentirsi o deludere la sua schiera di fan.

Ok, ora immagino che starete pensando “sì, è brava, ma dove sarebbe la storia?”

Beh, la storia sta esattamente in tutto ciò che è riuscita a compiere come se stessa, perché questa non è solo la storia di una ragazzina che sognava di diventare un’attrice e ci è riuscita, questa è la storia di una donna (primo ostacolo), nera (secondo super ostacolo) che arriva ad Hollywood (super traguardo) e ci arriva facendo ridere! (Fanc*lo gli stereotipi: le donne sanno essere comiche!)
E non è solo il fatto di aver raggiunto questi obiettivi nonostante le grandi difficoltà a renderla speciale: Whoopi Goldberg ha spalancato le porte a tutte le donne nere che sono venute dopo di lei. Ha letteralmente sfondato di prepotenza il Glass Ceiling!

Come se tutto questo non bastasse, Whoopi Goldberg ha una grande importanza nell’ambito dell’attivismo LGBT. Sono molto note le sue battaglie per i diritti degli omosessuali, che l’hanno sempre caratterizzata: ha sfruttato la sua fama di figura estremamente amata dal pubblico per portare sotto gli occhi di tutti i problemi di una comunità che ancora oggi non si vede riconosciuti i diritti fondamentali, lì dove non subisce discriminazioni ancora peggiori.

Direi che ognun* di noi ha qualcosa per cui ringraziarla e ammirarla e buoni motivi per riconoscere che Whoopi Goldberg ha fatto la storia!

La Mucca Intellettuale

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s